Qualcomm rifiuta l'offerta di Broadcom: ci sottovaluta

Giocare in borsa - immagine articolo

Il cda di Qualcomm ha confermato il rifiuto all'offerta fatta da Broadcom non più tardi di una settimana fa e che, numeri alal mano, prevedeva l'esborso di 130 miliardi di dollari debiti inclusi.

Il cda di Qualcomm ha confermato il rifiuto all'offerta fatta da Broadcom non più tardi di una settimana fa e che, numeri alla mano, prevedeva l'esborso di 130 miliardi di dollari debiti inclusi. Una proposta che, secondo i vertici di Qualcomm, "sottovaluta in modo significativo" la posizione che l'azienda ricopre nel settore della telefonia mobile e soprattutto le prospettive di crescita che la società può vantare in un segmento che ha già conquistato il futuro. Eppure l'offerta avanzata da Broadcom, a sua volta, recentemente acquisita dal gruppo Avago, di Singapore, per 37 miliardi di dollari, rappresentava il record di quanto finora visto nel settore dell'hitech, a testimonianza che l'intero reparto sarà soggetto, prossimamente a grandi opere di fusione e di acquisizioni. Nel caso di Broadcom-Qualcom ci sarebbe stata la nascita di un soggetto da oltre 200 miliardi di capitalizzazione e che offriva agli azionisti Qualcomm circa 60 dollari in contanti per ogni azione e 10 in azioni Broadcom, per un totale di 70 dollari. Entrambe le società, inoltre, riforniscono Apple con chip wireless e licenze brevettuali,

Una cifra che, però, già all'inizio era stata giudicata insufficiente dagli analisti di Nomura Instinet. Da parte sua, inoltre, Qualcomm è impegnata nell'acquisizione di Nxp Semiconductors Nv del costo di 38 miliardi.

 

 


Fonte: Trend-Online.com

Condividi questo articolo: